Ultimo aggiornamento

Domande sul sesso e dirty talking

Fare Domande Sessuali Al Proprio Ragazzo.

Probabilmente è una delle prime cose a cui si pensa, quando si inizia a frequentare qualcuno e le cose cominciano a diventare un po’ più serie. Il sesso è un istinto primario ma ognuno di noi può avere modi diversi di pensarci e di concepirlo ma l’intesa sessuale, in un rapporto di coppia, è essenziale ed è quindi naturale chiedersi come l’altra persona lo intenda. Non va mai dimenticato che il piacere personale non dovrebbe essere l’unica finalità di un rapporto intimo ma che compiacere il proprio partner sapendo come gratificarlo nel suo modo preferito è comunque fonte di soddisfazione e questo implica un’intimità ancora maggiore data, per l’appunto, dalle domande sul sesso da porsi l’un l’altro. E questo, ovviamente, non esclude alcuna possibilità, nemmeno quella di avere delle domande “sporche” da chiedere al proprio partner. Beh, magari non proprio al primo appuntamento, ma quello che vogliamo fare per voi è darvi dei suggerimenti su come intavolare il discorso e su come renderlo un argomento che non crei imbarazzo o disagio ma che, al contrario, aggiunga un po’ di pepe alle vostre serate.

Suggerimenti su come parlare di sesso

Ed ecco, dunque, alcune indicazioni che possono rivelarsi utili e che possono essere utilizzate in qualsiasi momento lo preferiate.

La prima cosa che va accantonata è la vergogna di parlare di sesso e di avere domande da fare sul sesso. È probabile che non sia la prima volta che avete una relazione e quindi aprirsi con il proprio partner dev’essere una cosa naturale. Il sesso è una cosa talmente intima che se non se ne parla con la persona con cui lo si pratica, con chi altri si può farlo? È vero che ci sono alcune domande sul sesso da chiedere agli amici, se hanno avuto maggiori esperienze, ma non è mai la stessa cosa che condividerle con il proprio compagno o la propria compagna. Come si è soliti dire, in modo scherzoso, nessuno nasce “imparato” ed è importante che questo tipo di conversazioni coinvolgano entrambe le parti in un ottimale equilibrio di parlare e ascoltare. Uno dei maggiori problemi della comunicazione non è il non saper parlare ma il non saper ascoltare mentre invece le domande riguardanti il sesso devono anche implicare l’accettazione di risposte che si preferirebbe fossero diverse.

In secondo luogo, è necessario trovare il momento giusto per parlare o per fare domande sessuali al proprio ragazzo o alla propria ragazza. È bene tastare prima il terreno ed essere sicuri di non sembrare insensibili o di avere il sesso come unico pensiero. Voi conoscete il vostro o la vostra partner più approfonditamente e quindi dovreste già, più o meno, sapere che tipo di interazione ci sarà (e comunque c’è sempre un margine di errore e di sperimentazione). È possibile che i primissimi rapporti avvengano prima di porre domande sessuali ma questi sono proprio i momenti migliori per indagare. In queste circostanze, si possono porre domande sulle fantasie sessuali o del tipo “ cosa ti piacerebbe come preliminare?“ qual è la tua posizione preferita?” o “quale posizione ti piacerebbe provare in questo momento?”, “preferisci la luce accesa o spenta”, “ti piace il guardarsi negli occhi mentre fai sesso”? “Ti piace essere sculacciata/o?”, “se ti sorprendessi a masturbarti saresti imbarazzata/o e ti fermeresti o continueresti?”. Il comportamento non verbale, durante l’intimità, esprime già molto ma anche le parole possono essere di enorme aiuto e domande sessuali di questo tipo possono diventare anche un modo ancora più erotico, per entrambi, di provare piacere. Se sei un uomo e queste sono le domande sexy che chiederesti alla tua ragazza, adesso non hai che l’imbarazzo della scelta. E, per rendere il tutto anche divertente, potete creare assieme un quiz di domande sessuali da porvi vicendevolmente, con la regola di rispondere a tutto sinceramente.

Il dirty talking

Nel momento in cui la conoscenza è più approfondita e si vogliono lasciare da parte smancerie e romanticismo, si può anche pensare di “farlo strano”, come ci insegna Carlo Verdone nel suo film “Viaggi di nozze”. E il dirty talking si può inserire a pieno titolo nei vostri rapporti nel momento in cui ad entrambi può piacere usare un linguaggio più scabroso. Ci si può lasciare andare, senza pensare troppo ed essere molto più espliciti nel fare domande sporche ai propri innamorati. Si può cominciare con del sexting, per scaldare la situazione a distanza con provocazioni del tipo “non vedo l’ora di averti dentro di me” o “ti farò godere così tanto che non desidererai mai nessun altro uomo” e, nel passare dalle parole ai fatti, fare apprezzamenti spinti sulle varie parti del corpo e usare parole bollenti che infiammino la situazione come se foste gli attori di un film porno.

Per concludere, qualsiasi sia il vostro tipo di approccio, sarà sicuramente foriero di momenti da non dimenticare. Non parlare di sesso in coppia, a lungo andare può diventare alienante e creare problemi in tutti gli aspetti della relazione e quindi non vi resta che mettere in pratica i suggerimenti che vi abbiamo dato, sperando li abbiate apprezzati.

Tags: attrezzi per il sesso, stimola clitoride, gel per sesso anale, oggetti bondage, massaggiatore clitoride, masturbatore maschile, vibratore piccolo, anello del piacere, vibratore a ventosa, doppio strapon

Lascia un commento
L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *